Contributi finanziari ai gruppi FEI per l’attività informativa

Regolamento

La Federazione Esperantista Italiana anche per l’anno 2018 ha deciso di assegnare, ai gruppi che ne faranno richiesta, un contributo per iniziative informative.

1) Le iniziative –  possono essere oggetto di contributo tutte le iniziative realizzate allo scopo di informare sull’esperanto quali:

  • campagna di annunci su giornali cittadini o di affissione di manifesti per informare su corsi di esperanto o su conferenze sull’esperanto e sui problemi linguistici ad esso collegati o su altro evento;
  • presenza a manifestazioni locali con un tavolo informativo, volantinaggio, ecc.;
  • conferenza sull’esperanto anche con, ad esempio, presentazione di uno degli ultimi libri e/o opere che  si riferiscono al mondo esperantista.

2) Modalità di richiesta – I gruppi esperantisti, regolarmente costituiti, possono richiedere alla Federazione Esperantista Italiana contributi per attività informative da svolgere entro il 2018 inviando una richiesta di contributo che specifichi:

  • il tipo di attività per cui si richiede il contributo;
  • lo scopo e/o le finalità dell’iniziativa/e;
  • l’importo complessivo di spesa previsto;
  • la disponibilità a fornire contestualmente la documentazione contabile che attesti le spese sostenute che dovranno essere fatturate alla FEI per poter poi costituire il rendiconto giustificativo da presentare alle autorità competenti, relazione documentata sullo svolgimento dell’iniziativa.

La richiesta deve essere inviata alla segreteria FEI – via Villoresi 38, 20143 Milano – con una lettera a firma del presidente del gruppo e con una breve descrizione del progetto. La lettera può anche essere inviata tramite posta elettronica a “feisegreteria@esperanto.it”.

Possono essere richiesti contributi anche per più di un progetto all’anno. Il consiglio direttivo della FEI si riserva di esaminare la possibilità di finanziarli tutti, in caso di disponibilità finanziaria.

3) Assegnazione dei contributi – Il consiglio direttivo della FEI, man mano che perverranno le richieste, le esaminerà e deciderà sull’assegnazione dei contributi secondo i seguenti criteri:

  • copertura integrale delle spese per progetti con costo fino a 300 euro;
  • per progetti con costo superiori l’importo eccedente i 300 euro verrà eventualmente finanziato al 60%.

4) Certificazione della spesa – I contributi verranno erogati solo a ricevimento della documentazione della spesa effettuata, legalmente valida, che deve essere intestata alla FEI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *